2010: tuffatevi nella modernità!

Pubblicato il da Sara Gianfelici

Siamo ad oggi, nel 2010, foderati nella certezza della modernità.

Ignoriamo ancora che, tra il 2014 e il 2018, ci sarà presto una guerra atroce in Europa.
Foto: Uno Crisis Library, Flickr, sotto licenza CC

Quando sarà finita, il rancore accumulato fermenterà qualche anno, prima di scoppiare in una magnifica crisi finanziaria.


Spaventati dal mondo, ripiegheremo sulle nostre piccole nazioni. Non la terra delle nostre scarpe, ma il sangue dal di dentro. Tutti i Paesi si picchieranno per mostrare la loro superiorità e fabbricheranno tonnellate di armamenti per avvalorare i loro argomenti.


Tutto questo riempirà le casse e farà diminuire la disoccupazione.


Pensiamo positivo, avremo un PIL da resuscitare Antoine Pinay dall’oltretomba.


Dopo il raggiungimento di un consenso di qualche tonnellata di acciaio ed esplosivi, decideremo di prendercela coi meteci [NdT: nome riferito ad uno tipo di "straniero" nella Grecia Antica]. Se avessero avuto l’idea di lasciare la baracca per un carro d’assalto…


Siamo oggi nel 2010, talmente piombati nella modernità che ci vendono l’idea che saremmo usciti dalla Storia. Che ormai dura solo in forma di presente continuo…

Con tag Società

Commenta il post