Gli alberi cittadini tedeschi cadono (non solo) come vittime della sicurezza stradale

Pubblicato il da Rossella Cadeddu

[caption id="attachment_7637" align="aligncenter" width="576" caption="Foto: Pekka Nikrus / Flickr / Licenza CC"][/caption]

Nell'area urbana di Eberswald attualmente dovranno essere divelti 57 alberi secolari. Il dipartimento per la conservazione della natura del circondario del Barnim ha dato il suo consenso e ha imposto come condizione l'impianto "sostitutivo" di 14 alberi. Il che rappresenta una proporzione squilibrata e non solo per via del numero. È una cosa molto più seria perché gli alberi giovani dal punto di vista ecologico ed estetico urbano non sono in grado di offrire una adeguata compensazione per gli alberi adulti.



A questo proposito vorrei citare l’esperto di Eberswald Sebastian Sieland di FAUNA – Büro für ökologische Gutachten (Ufficio per le perizie ecologiche):
[...] Gli alberi appena piantati, non possono sostituire le funzioni ecologiche degli alberi secolari. Questo è un ulteriore esempio del motivo per cui gli obiettivi dell'UE per la biodiversità  per il 2010 non possano essere raggiunti. Cadono ancora una volta gli ultimi resti di una fauna diversificata - sotto forma di biotopi (zone di riproduzione, habitat), per esempio per gli insetti, i pipistrelli e gli uccelli. A compensazione sarà piantato del materiale botanico di vivaio di struttura povera che  non può in alcun modo sostituire  le perdute funzioni ecologiche degli alberi secolari originali. Dovranno passare decenni prima che siano nuovamente utilizzabili come habitat per la fauna. Se raggiungeranno mai tale età, con il traffico attuale, l’inquinamento, l’incuria, l'attivismo per la sicurezza stradale, non è dato sapere! [...]

Per evitare qualsiasi malinteso: nel momento in cui viene stabilito da perizie rigorose (non perizie compiacenti!) che gli alberi secolari, che si trovano lungo le strade pubbliche ed hanno superato il loro apice, sono marci e pericolanti e possono diventare un pericolo per l’incolumità delle persone e dei beni materiali, devono essere trattati in base alle norme di gestione della sicurezza stradale affinchè non provochino danni. [...]



Invece, l'azione della città relativa alla potatura di una serie di aceri neri in Georg-Friedrich-Hegel Straße, non è stata fatta adeguatamente ai sensi della tutela degli alberi. Dopo il taglio radicale nella zona superiore del tronco tutti gli alberi sono germogliati. Tuttavia alla fine su alcuni sono finiti, nei tagli aperti, dei funghi degli alberi che distruggono il legno (vedi foto). Questi alberi devono essere rimossi subito. Probabilmente nei prossimi anni saranno colpiti ancora altri aceri neri. Quindi al più tardi, quando dovranno essere eseguite le potature di routine per l’eliminazione dei rami forti, per non rovinare gli alberi potati. Il periodo di vita di questo acero nero è stato ridotto in modo significativo dal trattamento non corretto.

L’articolo è stato abbreviato – qui il testo completo.

Con tag ambiente

Commenta il post