Come sarebbe stato Facebook nel 18° secolo?

Pubblicato il da Rossella Cadeddu

[caption id="attachment_7903" align="alignright" width="361" caption="Voltaire (via Wikimedia)"][/caption]

È ancora difficile per la maggior parte di noi immaginare come funzionasse la vita accademica senza i mezzi di comunicazione moderni. Eppure nei lontani percorsi della storia gli scambi di idee avvenivano solo per lettera. La fitta rete di corrispondenza nel periodo dell’Illuminismo, la cosiddetta Repubblica dei Dotti (o la Res publica literaria), può essere visualizzata con uno strumento web grazie a un gruppo di ricercatori dell’Università di Stanford .

Il solo Voltaire scrisse nel corso della sua vita circa 15.000 lettere. Visualizzandole su una mappa è impressionante vedere come la rete di comunicazione del sapere funzionava al suo tempo. È una specie di Facebook scientifico del 18° secolo. Per chi volesse cimentarsi con questo strumento, lo trova qui. Si possono scegliere il periodo di tempo, gli autori o le autrici, il tutto si può svolgere come in un film e ancora qualcosa di più. Tra l’altro ci si trovano anche alcune donne che nell’Illuminismo giocarono un ruolo spesso sottovalutato (relativamente a questo si veda ancora una volta un servizio audio sull’argomento trasmesso recentemente dalla BBC 4 in In Our Time)

Sotto c’è uno screenshot della visualizzazione dello scambio epistolare di Voltaire. La prima osservazione interessante che si può fare è che si può vedere quanto poco Voltaire corrispondesse con l’Inghilterra malgrado ammirasse il paese, il suo sistema e la sua produzione scientifica.

Scrivete più lettere o archiviate le vostre e-mail! Forse tra 200 anni interesseranno qualcuno.

Con tag Francia

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post