Germania: una stampa libera di pubblicare i segreti

Pubblicato il da admin

[caption id="attachment_5153" align="alignleft" width="333" caption="Foto Marcin Wichary/Flickr, con licenza Creative Commons"][/caption]

Se in Sudafrica il governo vuole punire con 25 anni di carcere i giornalisti che pubblicano segreti e riservarsi il diritto di definire come segreto tutto quello che gli pare, se negli Stati Uniti molti vorrebbero rendere punibili anche gli stranieri che pubblicano all'estero e se in Italia le stanno provando tutte per mettere il bavaglio alla stampa, in Germania il governo Merkel ha deciso di procedere in direzione del tutto opposta:
" La nuova legge stabilisce con chiarezza inequivocabile che solo le fonti le quali passano le informazioni riservate, ma non i giornalisti stessi, possono essere perseguite in base al diritto penale. Il disegno di legge, approvato dopo un lungo dibattito interno, prevede, con un emendamento al codice penale, che non sia più possibile per la magistratura perseguire i giornalisti per concorso nella violazione del segreto su notizie riservate."

Nessuna punizione per i media e per i giornalisti che pubblicano segreti di stato o materiali riservati, il governo tedesco ha deciso di dare vera e completa protezione alla libertà di stampa. Se saranno pubblicati materiali segreti o segretati saranno solo problemi di chi se li è fatti soffiare, come è giusto che sia in una democrazia che prevede ruoli, diritti e doveri precisi per ciascuna delle sue istituzioni e per ognuno dei suoi cittadini.

Con tag Germania

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post