Kolelinia – Passeggiare in bici tra le nuvole

Pubblicato il da Rossella Cadeddu



[caption id="attachment_1801" align="alignleft" width="300" caption="Martin Angelov, Kolelinia Lab / con licenza Creative Commons"][/caption]

Martin Angelov, un laureato dell’Universitarà di Architettura di Sofia ha sviluppato l’idea di una pista ciclabile indipendente dal resto del traffico. I ciclisti che utilizzano il sistema denominato Kolelinia, dovrebbero in questo modo "volare" sopra le strade. Con l’aiuto di stretti binari montati su pali, i ciclisti potranno andare in bicicletta in modo sicuro e agganciati alla pista al di sopra degli ingorghi sotto di loro.

I progetti di costruzione promettono una struttura filigranata, appena più spessa della linea di contatto aerea di un tram.
Al fine di prevenire le cadute dalla strada per le bici sospesa in aria, i ciclisti saranno assicurati con un’imbracatura presa in prestito dall’arrampicata. E poiché neanche la bicicletta può tenersi da sola, la ruota sarà assicurata alla corsia attaccandola con un apposito sistema di aggancio che si connette al manubrio, che verrà quindi agganciato al sistema di rotaie.

[caption id="attachment_1809" align="alignleft" width="300" caption="Martin Angelov, Kolelinia Lab / con licenza Creative Commons"][/caption]

Angelov considera la sua idea come un complemento alle normali piste ciclabili. Laddove non c'è spazio per le piste ciclabili o il traffico delle auto è molto intenso, il suo sistema potrebbe permettere ai ciclisti di procedere rapidamente e in modo sicuro.
Un’idea bellissima, che ricorda un pò i tubi pneumatici per i pedoni in Futurama. Angelov ha inoltre presentato la sua idea ad una manifestazione TEDx. Pubblicheremo il video appena sarà online!

Con tag ambiente

Commenta il post

urbanophil.net – Netzwerk für urbane Kultur » Artikel von urbanophil in verschiedenen Sprachen 07/06/2010 17:17

[...] stärker zusammenwächst. urbanophil unterstützt dieses Vorhaben und freut sich, dass nun der erste Artikel von uns nun auf italienisch veröffentlicht wurde. Die englische und französische Übersetzung werden in den nächsten Tagen folgen. In [...]