L’angelo che parla al telefono con Dio

Pubblicato il da Marta Parisi


Quando finiranno i lavori di restauro della cattedrale di San Giovanni di Bolduque (Olanda), che sono iniziati nel 1998, il tempio cattolico avrà tra le sue sculture un angelo che parla al telefono con Dio, secondo quanto afferma DutchNews.nl , notizia anche confermata dal creatore della statua, Ton Mooy.

All’inizio la mia proposta era che essa [si tratta di un angelo donna] avesse motori a reazione e indossasse una minigonna; ma ciò lascerebbe scoperte le sue gambe nude e i motori sarebbero difficili da osservare dal basso, spiega l’artista. Nonostante i responsabili del tempio abbiano respinto quell’idea, hanno accettato che la statua utilizzi un telefono cellulare per parlare con Dio.



L’idea è che gli angeli hanno compiti da svolgere e ricevono ordini dall’alto, e che oggi non devono volare su (in Cielo) per ricevere nuovi ordini, ma che usano il cellulare.

La statua si trova, attualmente, nel laboratorio del Mooy, in piedi tra una manciata di suoi ridisegnati fratelli e sorelle,e il suo cellulare ha solo un pulsante, perché serve solo per collegarsi con Dio.

Incorporando un elemento così chiaramente estraneo ad un tempio costruito tra il tredicesimo ed il quattordicesimo secolo, lo scultore olandese segue una tradizione secondo la quale gli artisti che lavorano in un restauro come questo, introducono nell’opera originale elementi della propria epoca. Uno di essi, per esempio, è l’astronauta della cattedrale nuova di  Salamanca, mutilato lo scorso settembre e che, ogni tanto, qualche amante dei fenomeni paranormali attribuisce alla visita di esseri di altri mondi durante la costruzione dell’edificio, tra il sedicesimo e il diciottesimo secolo, quando in realtà risale al 1992.

Sarebbe più difficile spiegare in termini extraterrestri lo scudetto dell’Athletic di Bilbao della chiesa di Santa María la Mayor de Trujillo, scolpito nel 1972 dall’artigiano Antonio Serván, tifoso dei leoni di San Mamés [NdR: nome dello stadio dell’Athletic di Bilbao].

Quello attuale è il terzo restauro dalla metà del diciannovesimo secolo della cattedrale di San Giovanni di Bolduque, la cui costruzione iniziò nel 1220. Avendo visto cosa è successo con l'astronauta di Salamanca, forse un giorno uno spagnolo sprovveduto vedrà l'angelo con il cellulare di Bolduque nella sua sede definitiva e crederà che quei dispositivi esistevano nell’epoca in cui furono innalzate le grandi cattedrali europee.

Con tag Arte

Commenta il post