Un sabato in giro per negozi a Napoli

Pubblicato il da admin

[caption id="attachment_11797" align="aligncenter" width="564" caption="Il Vomero, Via Alessandro Scarlatti by night - Foto Sara Cimino"][/caption]


Come sempre quando ritorno qualche giorno a Napoli, non posso evitare di farmi un giro per i negozi, almeno del mio quartiere, e vedere le novità positive e negative.
Limitarsi a parlare di una sola via delle grandi città è un po' riduttivo, quindi oggi analizziamo il quartiere che un tempo era considerato il salotto buono di Napoli, anche grazie ai suoi negozi di classe che oggi sono spariti, dando via libera a catene come Zara, Promod, Intimissimi, Benetton..
Per fortuna qualcosa sopravvive ancora, e parlo di gente che ha nel d.n.a l'anima del commercio e non si improvvisa venditore, attirando la massa per i grandi marchi.

Questo post è tradotto da E-Blogs in Francese, Inglese, Tedesco, Spagnolo


Continua a leggere sul blog


Paese che vai, negozio che trovi




[caption id="attachment_11796" align="alignleft" width="276" caption="Foto Sara Cimino"][/caption]

Anche se la strada prettamente commerciale è Via Scarlatti, è nelle varie traverse che si trovano dei negozi ancora validi agli occhi dei clienti più esigenti.
I negozi di cui vi parlerò ora sono a parer mio validi per gli articoli che vendono e anche per i gestori del negozio (la cortesia e la professionalità sono secondo me tra i principali motivi di un negozio di successo).
Vi ho già parlato del negozio di scarpe Vanesia- Emporio di Parma, sempre in tema di accessori ci sono diversi negozi Spatarella, di cui secondo me, uno solo è davvero valido, e si trova in via Francesco Solimena (una traversa di Via Luca Giordano) e si può trovare qualcosa di carino da Zoe, a Piazza Vanvitelli. Sconsiglio invece il punto vendita del negozio Deliberti (come detto in un'altro post, il migliore si trova in un'altra zona della città).

In tema di abbigliamento è rimasto ben poco, a parte dei negozi che si sono aperti negli ultimi anni e che attirano per i loro marchi, è il caso ad esempio di Maxi Ho: ci sono diversi punti vendita in città, con marchi poco diffusi a Napoli come Miu Miu, Christian Dior, Balenciaga, Juicy Couture ecc... ovviamente i prezzi sono quelli che sono, ma la cosa che lascia più perplessi è il trattamento che ti riservano alcuni commessi; sembra che abbiano un codice da seguire, su come essere impostati e antipatici con persone che non sono loro amiche o clienti super-affezionati.

[caption id="attachment_11809" align="alignright" width="300" caption="Foto Sara Cimino"][/caption]

Pochissime volte ho trovato delle ragazze che mi hanno aiutato e proposto anche articoli che non erano esposti... di solito la risposta è "c'è solo quello che vedi..." quando si sa benissimo che molte cose sono in magazzino. Per la bijouteria e profumi particolari, mi piace molto il piccolo negozietto Sares, in via Merliani. Per l'intimo si trova qualcosa di bello e particolare da Segreti, in via Bernini.
Per i bimbi c'è un bel negozio che resiste da anni, La Florida, in via Merliani; sempre sulla stessa via c'è una sede di Sciuscià, se vi piacciono i bambini griffati.

Con tag Italia

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post
N
[...] Sara, blogger appassionata di shopping, gestisce un blog sui bei negozi in tutto il mondo. Oggi ci porta a Napoli. Ormai nelle grandi città non mancano le grandi catene ei grandi nomi della moda internazionale, che però hanno tolto un … Leggi la notizia alla fonte » [...]
Rispondi