E-Blogs è chiuso....Grazie di tutto!

Pubblicato il da Sara Gianfelici

[caption id="attachment_12821" align="alignright" width="300" caption="La team E-Blogs (dalla sinistra alla destra): Claire Ulrich, Laurent Delpit, Cathy Nivez, Karolin Mulhaupt, Louis Baudry, Frédéric Dauphin"][/caption]

Perché aver fatto E-Blogs?

Il punto di partenza di E-Blogs: mostrare "il meglio" della blogosfera europea. Selezionare post di qualità in 5 Paesi e 5 lingue: Italiano, Tedesco, Spagnolo, Inglese, Francese, farli tradurre nelle stesse 5 lingue. L'idea era di offrire uno sguardo inedito e quotidiano degli europei. Un "corriere internazionale" dei blog, una rivista o piuttosto una "veduta" dei blog europei. E-Blogs non era un sito sull'Europa - nel senso delle istituzioni -, ma sugli europei. Le loro arrabbiature, i loro sogni, i loro desideri. Siamo stati ricompensati da ciò che abbiamo trovato. Grazie ai blogger che hanno partecipato a questa bellissima avventura…

Perché smettere E-Blogs?

Selezionare contenuti, adattarli per ogni Paese, farli tradurre dai traduttori remunerati e infine diffonderli in 5 lingue su 5 Paesi... Tutto ciò costa denaro. Molto denaro.

[caption id="attachment_12823" align="alignleft" width="300" caption="Riunione E-Blogs dalla Wikio a Parigi"][/caption]

Lanciando il progetto all'inizio dell'anno (febbraio 2010), pensavamo di trovare una audience naturalmente forte nei blogger e in internet in genere. Sfortunatamente, non abbiamo incontrato l'eco, l'audience che ci aspettavamo. E-Blogs era un test, una sfida. Che abbiamo perso. Per mancanza di visitatori e quindi di potenziale pubblicitario per remunerare questo lavoro, concludiamo l'avventura. Siamo in un'economia di mercato, in una società privata: Wikio. E' la legge di mercato. Molti i chiamati, pochi gli eletti.

Il nostro orgoglio:

Tra le sfide in cui siamo riusciti: la traduzione. Abbiamo rimosso la barriera linguistica e tracciato delle linee da un Paese all'altro, affiancati da una preziosa squadra di 40 traduttori professionisti sulle 5 lingue: Italiano, Tedesco, Spagnolo, Inglese, Francese. Grazie a loro di aver giocato la partita con noi, di aver accettato di incamminarsi al nostro fianco a dei prezzi che sfidano ogni concorrenza, quella del web;-) Il nostro orgoglio è anche il lavoro di edizione che abbiamo fatto sui contenuti dei blog europei. Un lavoro di ricerca e di selezione, un lavoro di adattamento e di riletture delle traduzioni, poi di diffusione. E' a 6 editori, gli editori E-Blogs, che dobbiamo tutto questo.




[caption id="attachment_12764" align="alignright" width="225" caption="Cathy Nivez"][/caption]


Grazie a:

Laurent Delpit, traduttore Inglese/Francese, super community manager della squadra. Laurent editava E-Blogs nel Regno Unito.

Louis Baudry, "magic Louis" di lingua madre spagnola, ex traduttore ed editore di E-Blogs Spagna. Tra le sue molteplici competenze, Louis ha creato un back office su misura per le nostre necessità di traduzioni in 5 lingue. Bravo, Louis!

Claire Ulrich, editrice di E-Blogs Italia. Giornalista e web-addicted ;-) Claire è responsabile del sito Global Voices in lingua francese. Ci ha fatto dono della sua esperienza della traduzione e dei contenuti internazionali.

Karolin Mulhaupt, la più discreta di tutti noi, editava E-Blogs Allemagne. Ci ha mostrato lo spirito libertario e scientifico dei blogger tedeschi.

E per finire, Fredéric Dauphin, l'ultimo arrivato nella squadra, segretario di redazione nell'animo, blogger nel tempo libero, e revisore temibile ;-) era responsabile di E-Blogs Francia.

Grazie infine ai 38 traduttori e ai 500 blogger che ci hanno dato il permesso di tradurre... Ci hanno fatto sognare.

Credo alle strade e ai legami che si incrociano come nella blogosfera europea. Certamente, ci rivedremo un giorno.

Catherine Nivez

Responsabile E-Blogs presso WIKIO

Con tag blog

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post

search engine seo 09/30/2011 17:23

google check rank website seo backlinks backlinks

Claire 12/31/2010 17:06

Grazie di cuore a voi! Tanti auguri.

andrea petrini 12/26/2010 12:06

Ragazzi grazie di tutto, purtroppo capisco la vostra amarezza che è anche la mia. Di questi tempi portare avanti progetti intelligenti non è facile, meglio fare una rivista di gossip...

Ringrazio di cuore Laurent Delpit, Louis Baudry,Claire Ulrich, Karolin Mulhaupt, Fredéric Dauphin.

A presto!

Pino Bruno 12/20/2010 11:54

Che peccato! Quel dommage! Mi dispiace davvero tanto...spero che il progetto riviva altrove...